Project Description

SCUOLA DELL’INFANZIA EUROPEA

Migliora la fiducia in se stessi e il linguaggio non verbale. Oggi la Dog Therapy diventa anche internazionale con le sessioni in lingua straniera
Basta una zampa: riprende la Dog Therapy
di For a Smile Onlus a scuola
A scuola con gli amici a quattro zampe per facilitare inclusione e integrazione in un momento in cui la scuola è più che mai precaria e incerta
www.forasmile.org

Riprende il progetto nazionale di Dog Therapy “Basta una Zampa” nelle scuole, che porta gli amici a quattro zampe a incontrare i bambini e ragazzi delle scuole d’infanzia, primarie e secondarie. L’iniziativa, organizzata e promossa da For a Smile Onlus, è già partita durante lo scorso anno scolastico in alcune scuole di Piemonte, Lombardia e Sardegna e oggi riprende accogliendo le domande delle tante scuole che hanno richiesto l’intervento dei cagnolini. Si riparte dal Piemonte e dalla Sardegna ed è già grande l’entusiasmo per un progetto che rende la scuola ancora più accogliente e accessibile.
“Un esperimento innovativo, particolarmente utile in questo clima confuso e ansioso nel quale viviamo tutti, grandi e piccoli. Siamo partiti in alcuni istituti comprensivi della Lombardia, del Piemonte e della Sardegna donando totalmente il servizio”, commenta Ludovica Vanni, presidente della Onlus. “In questi ultimi due anni non siamo più potuti entrare con i nostri operatori ed i loro cagnolini negli ospedali, ma sarebbe stato un peccato rinunciare, perché abbiamo visto che nelle situazioni critiche la Dog Therapy può essere molto utile. Nelle scuole la situazione è critica; molti bambini, specie nei contesti più fragili, hanno problemi di reinserimento e fanno fatica nel rapporto con i compagni e le maestre. In questo modo, aiutiamo a rasserenare gli animi, oltre a offrire momenti di svago e di sfogo emotivo, e a permettere un po’ di movimento”.
Perché la Dog Therapy a scuola
I bambini hanno vissuto lunghi mesi di isolamento a casa, privati della socialità, della loro routine, delle attività fisiche e all’aria aperta. Sono tanti e ormai riconosiuti i danni psico-sociali ereditati dal lockdown e dalle continue quarantene a cui i bambini sono costretti. Oggi la scuola a fatica sta cercando di abbracciare, almeno virtualmente, le insicurezze e le paure che questi bambini si portano dietro.
In questo contesto di fragilità, For a smile Onlus, che da oltre 15 anni porta avanti progetti dedicati all’infanzia e alle famiglie e che promuove a livello nazionale l’iniziativa “Basta una zampa” di Dog Therapy negli ospedali, ha deciso di entrare nelle scuole e incontrare i bambini nel cortili o nei parchi degli istituti.
I percorsi ludici sono costruiti in base alle esigenze del gruppo e definiti dagli operatori professionisti insieme alle insegnanti, allo psicologo della scuola e alle famiglie. Gli incontri sono condotti da operatori certificati I.A.A. (Interventi Assistiti con Animali – Dog Therapy), accompagnati dai loro simpatici amici a quattro zampe educati per le attività coi bambini.

L’iniziativa è totalmente donata da For a smile Onlus alle scuole, dando priorità ai contesti con particolari difficoltà di inserimento e integrazione.
I benefici della Dog Therapy
L’intervento Dog Therapy nelle scuole lavora su meccanismi emotivo-affettivi volti ad abbassare il livello di stress legato a questo specifico periodo, di inserimento e di post isolamento. Si tratta di attività di tipo ludico-ricreativo e di socializzazione attraverso le quali si promuove la corretta interazione uomo-animale.
L’obiettivo del progetto “Basta una Zampa” di For a smile Onlus punta al miglioramento della qualità della vita e all’incremento del benessere dei bambini, attivando e sostenendo le loro risorse di crescita e progettualità individuale, e offrendo un’esperienza diversa nella routine scolastica.
Attraverso l’interazione sociale con un animale formato appositamente, i percorsi di Pet Therapy puntano al miglioramento dell’esperienza sotto diversi punti di vista:
 aumento della fiducia in se stessi,
 elaborazione del linguaggio verbale e non-verbale nella comunicazione ,
 senso di protezione in una fase dominata dall’incertezza,
 valvola di sfogo emotivo,
 miglioramento di alcuni aspetti motori,
 miglioramento dello spirito di gruppo e facilitazione dell’inserimento nella classe.
Queste iniziative sono particolarmente indicate per bambini che vivono in contesti fragili, per i bambini con disabilità, affetti da autismo o altri disturbi del neurosviluppo.
Anche in lingua straniera
Quest’anno parte una nuova sperimentazione, che fa crescere ulteriormente l’esperienza della Dog Therapy a scuola. A Torino, la scuola dell’Infanzia Europea di via Lodovica 2 ha lanciato il progetto educativo con i cagnolini in tre lingue: inglese, francesce e tedesco. Qui i coadiutori hanno la possibilità di portare avanti le attività nelle tre lingue, affiancando l’obiettivo educativo e culturale della Dog Therapy a quello di approfondimento linguistico e multiculturale. “La nostra è una scuola Europea, ci sono bimbi madrelingua e altri che arrivano da parti del mondo diverse e che si trovano a dover imparare un’altra lingua”, commenta la maestra Valeria Buonomo. “La Dog Therapy mette i bimbi sullo stesso piano di apprendimento e li aiuta ad integrarsi più facilmente. Avere a scuola un’attività come la Dog Therapy insegna ai bambini la cura e il rispetto attraverso l’esperienza. Con il cane si aprono canali relazionali di rispetto e coinvolgimento emotivo di grande insegnamento”.

“PROGETTI CONCRETI PER DARE EMOZIONI VERE!”

SCUOLA DELL’INFANZIA EUROPEA DI TORINO 

Inizio: 2 Dicembre
Durata: 3 mesi
Giorno: Giovedì
Orario: 10:00-11:30
Beneficiari: Bimbi dai 3 anni ai 5 anni

Staff IAA: n. 2 coadiutori professionali certificati IAA e n. 2 cani

Video Gallery
Foto Gallery

Ti piace questo progetto? Sostienilo, insieme a Noi.

Condividi